Skip to main content
Strumenti telematici agenzia entrate

Quali sono i servizi telematici dell’agenzia delle entrate?

L’ADE offre ai contribuenti una serie di strumenti telematici che permettono di effettuare operazioni online e di accedere ad informazioni riservate, attraverso questi canali è infatti possibile comunicare, dichiarare e verificare tutta una serie di adempimenti fiscali. Ma quali sono esattamente i servizi telematici dell’agenzia delle entrate?

Tra gli strumenti disponibili ci sono Entratel e Fisconline con i quali il contribuente può effettuare il pagamento di tasse e imposte, la compilazione di alcuni modelli come l’F24, registrazione di contratti di locazione e altre operazioni.
I due strumenti si differenziano principalmente per le dimensioni dei loro utilizzatori, in particolare:

Entratel

Entratel è il canale riservato a intermediari, Pubbliche Amministrazioni, contribuenti, società ed enti che devono presentare la dichiarazione dei sostituti d’imposta (mod. 770 Semplificato) per più di 20 soggetti.
Nel caso in cui sia una società a richiedere l’accesso Entratel, dovrà essere richiesta l’abilitazione anche per una persona fisica che opererà per conto della società.

Fisconline

Fisconline è il servizio dedicato a tutti i contribuenti maggiori di anni 16, compresi i cittadini italiani residenti all’estero, le società e gli enti, che non debbano presentare la dichiarazione dei sostituti di imposta (modello 770) per più di 20 soggetti e che non siano già abilitati ad Entratel.

Cassetto fiscale

Il Cassetto fiscale invece è il servizio online che permette di consultare i propri dati fiscali (dichiarazioni fiscali, dati catastali sugli immobili, pagamenti effettuati con i modelli preposti, registrazione degli atti, rimborsi, comunicazioni per società o liberi professionisti).

Negli ultimi anni poi, a seguito dell’introduzione della fattura elettronica è diventato sempre più indispensabile l’utilizzo del cassetto fiscale per la fattura elettronica che è accessibile dal sito fatture e corrispettivi e permette ad un soggetto delegato di trasmettere e ricevere fatture elettroniche tramite il Sistema di Interscambio (SdI), di consultare le notifiche e le ricevute di trasmissione, gestire il servizio di conservazione, ma anche di trasmettere e consultare i dati dei corrispettivi, delle comunicazioni trimestrali dell’iva, di accedere ai documenti iva precompilati e via dicendo.
In particolare, ricordiamo che registrare il proprio codice destinatario o indirizzo pec nel sito dell’agenzia delle entrate ha molti vantaggi; ad esempio si riduce la possibilità di non ricevere alcune fatture e inoltre ci esonera dal dover comunicare ai nostri fornitori il proprio codice (se la fattura viene emessa con il codice ‘0000000’ avrete la certezza di riceverla comunque).
Il sito a cui accedere per registrarsi è il seguente:
https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/

E’ possibile delegare un intermediario alla consultazione del Cassetto fiscale, ad esempio il proprio commercialista, la delega è conferibile ad un massimo di 2 intermediari (soggetti di cui all’articolo 3, comma 3, del D.P.R. 322/1998) per una durata di 4 anni, salvo revoca.