Skip to main content
caselle e-mail free

Caselle e-mail “free” e caselle “a pagamento”: differenze e benefici.

Oggi andremo a parlare delle differenze tra caselle e-mail “free” e caselle “a pagamento” e illustreremo quali sono le differenze e i benefici dell’utilizzo dell’una e dell’altra.

Se andiamo ad analizzare i numeri relativi agli scambi fatti attraverso posta elettronica, possiamo vedere che sono indubbiamente considerevoli.
Nel mondo vengono inviate circa trecento miliardi di e-mail al giorno. Una tale cifra parla da sola; al giorno d’oggi è praticamente impossibile escludere le e-mail dagli strumenti per le comunicazioni sia in ambito lavativo che nella vita privata.
Se poi ci soffermiamo sull’aspetto professionale, possiamo certamente dire che la posta elettronica è ancora vista come il canale principale per le comunicazioni aziendali garantendo, tra gli altri, il vantaggio di mantenere traccia di tutte le conversazioni intercorse.

E’ bene però fare alcune distinzioni tra vita privata e ambiente lavorativo, soprattutto in riferimento agli strumenti da utilizzare; sebbene infatti per il primo contesto ci si possa rivolgere ad uno dei tanti provider “freemail” presenti (ovvero erogatori di servizi gratuiti di posta elettronica), quando si parla di posta aziendale è bene affidarsi ad un servizio di altro tipo.

Differenze tra caselle e-mail free e a pagamento

Ha fatto scalpore il recente blocco subito dei servizi mail offerti da Libero e Virgilio che a causa di un guasto tecnico ha lasciato ‘muti’ per giorni i propri utenti.
Proprio questo fatto ha messo in evidenza due fatti:
1. Per tutte le organizzazioni è fondamentale che i servizi forniti dai sistemi informativi siano in grado di operare efficacemente senza interruzioni, attuando, dove possibile una “pianificazione di emergenza”.
2. Al giorno d’oggi ci sono ancora troppi utenti che utilizzano una mail “privata” (Virgilio, Libero, Hotmail, Gmail, ecc) come mezzo ufficiale per le comunicazioni della propria azienda.

Le caselle e-mail free hanno indubbiamente dei limiti, e nascono concettualmente per un uso privato. Dispongono di spazio di archiviazione limitato, consentono un numero di corrispondenza giornaliera limitata, un limite nell’invio delle dimensioni degli allegati. Molto spesso la posizione dei server è sconosciuta e hanno dei forti limiti di sicurezza, non sono garantiti i backup dei dati e neppure i log.

Chi decide di avvalersi di uno strumento professionale si trova di fronte alla scelta di dover avere un mail server all’interno della propria infrastruttura oppure in cloud; tecnicamente si definisce E-mail “On-premise” (ovvero “nella propria sede” o “in loco”) se si utilizzano server aziendali e il proprio ambiente IT, E-mail in cloud se il server è posto in cloud.

Fino a qualche anno fa, e non serve andare così tanto indietro nel tempo, posizionare un mail server presso la sede del cliente (on premise) era praticamente l’unica opzione se si voleva avere un servizio di posta elettronica professionale.
Oggi, invece, non è più una scelta obbligata ma piuttosto una possibilità. Lo svantaggio di questa soluzione è che necessita di dover dotare il cliente di un’infrastruttura IT adeguata e soprattutto che sia comunque funzionante h. 24.

Posta elettronica in cloud

La posta elettronica in Cloud ha preso sempre più piede negli ultimi anni. Quando si parla di posta in cloud ci possiamo trovare di fronte a due scelte:
1. Mail server interamente dedicato all’azienda del cliente: questa soluzione mantiene molti dei vantaggi del mail server interno ma permette di eliminare i costi e le difficoltà dovuti all’infrastruttura locale.
2. Mail server in condivisione: in questo caso il dominio di posta elettronica può essere ‘ospitato’ su un server condiviso gestito direttamente attraverso un ‘piccolo’ internet service provider con il server posizionato in cloud, oppure, appoggiato su qualcuno dei grossi provider che da qualche anno a questa parte stanno facendo da padroni.

Una delle differenze sostanziali tra i due sistemi è fondamentalmente il prezzo; il grosso provider che ha milioni di caselle di posta elettronica riesce ad offrire un costo per casella decisamente inferiore.

Vuoi abbandonare la tua vecchia casella di posta free per adottare una soluzione più adatta alla tua realtà aziendale? Contattaci, il nostro team saprà consigliarti sulle migliori soluzioni disponibili.