Skip to main content
Credito

Super Ammortamento addio! Al via il credito d’imposta per investimenti previsto dalla legge di bilancio 2021.

L’introduzione della normativa agevolativa ha decretato la fine del super e dell’Iper ammortamento; in loro sostituzione è stato introdotto un credito di imposta utilizzabile, in alcuni casi, in maniera immediata.

Il nuovo credito di imposta vuole essere un incentivo agli investimenti spettante in base alla tipologia dei beni che sono stati acquistati e che la normativa suddivide nelle seguenti categorie:

Beni materiali “industria 4.0” relativi alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

Beni immateriali “industria 4.0” ossia software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni, connessi ad investimenti di beni materiali “industria 4.0”.

Beni ordinari.

Sono invece esclusi dal bonus:

-Veicoli e altri mezzi di trasporto sia ad uso promiscuo che riservati all’esercizio di impresa

-Fabbricati e costruzioni

-Beni con coefficiente di ammortamento inferiore a 6,5%.

L’importo del credito viene calcolato in base alla categoria di appartenenza del bene e ai limiti dimensionali dell’investimento con percentuali che vanno dal 6 al 50% del costo.

Il credito di imposta spetta alle imprese che effettuano investimenti di beni strumentali nuovi a decorrere da 16/11/20 fino al 31/12/22 (ovvero fino al 30/06/23 a condizione che entro il 31/12/22 l’ordine risulti accettato dal venditore e che sia avvenuto il pagamento di acconti per almeno il 20% del costo).

Infine, ricordiamo che può essere utilizzato esclusivamente in compensazione tramite modello F24 in tre quote annuali di pari importo.